Elettronico

 

 

A

Abend
acronimo di abnormal ending. Conclusione anomala di un programma o di una procedura causata da una condizione di errore per cui non erano state previste operazioni di recupero.

Acceleratore grafico
scheda che si aggiunge nel computer per velocizzare le prestazioni del video.

Access (accesso)
Insieme di operazioni svolte per prelevare dati dalla memoria o per immetterne. Può essere diretto (sulla base di un indirizzo fisico), causale (indirizzo calcolato da un algoritmo), sequenziale

Accessory
unità addizionale che incrementa le funzioni e le possibilità di un computer, senza mutarne le caratteristiche di base.

Alimentatore
vedi Power supply.

Analista
figura professionale del mondo EDP in grado di analizzare un problema, scomporlo in passi logici e rappresentarlo sotto forma di algoritmi e specifiche funzionali traducibili in un programma software. Sinonimi: analista di sistema, system analist.

Analogico
dicesi di procedimenti o dispositivi che operano attraverso variabili fisiche (tensioni, angoli, distanze, ecc.) che rappresentano per analogia grandezze di diversa natura riproducendone l’andamento. Il termine è usato in contrapposizione a digitale o numerico che si riferiscono invece a procedimenti o dispositivi in cui le grandezze sono rappresentate da valori numerici discreti.

Antivirus
programma che serve per ricercare e rimuovere i virus da un computer. Funziona anche in maniera preventiva, cioè cerca di impedire l’accesso dei virus al sistema.

Aprire un file
rendere disponibile un insieme di dati logicamente collegati (archivio, flusso, fila) ad un programma affinché possano essere effettuate operazioni di lettura/scrittura.

Archivio magnetico
archivio di informazioni residente su un supporto magnetico, nastro o disco.

B

Back up
processo di copiatura su unità magnetica di programma o dati da salvare in caso di cancellazione / danneggiamento dei supporti normali.

Batch lotto.
Modo di operare per fasi successive. Tutti i dati di ingresso in una certa fase vengono registrati su appositi supporti di memorizzazione e trattati globalmente in un’unica soluzione.

Baud
unità di misura della velocità di trasmissione dei dati, generalmente espressa in bit per secondo.

Baudrate
velocità di trasmissione dati su una linea di comunicazione. È espressa in Baud.

Billibit
un miliardo di bit. Sinonimo di Kilomegabit.

Binario
base dei calcoli in tutti i calcolatori. Si tratta di un sistema numerico formato dalle cifre 0 e 1 contrariamente al sistema decimale che ha dieci cifre.

Bit – binary digit.
La più piccola unità di informazione che il calcolatore riconosce; rappresentato dalla presenza o assenza di un impulso elettronico, 0 oppure 1.

Brainware
neologismo indicante l’insieme delle attività che consentono una razionale ed efficace integrazione delle tecnologie informatiche in un’organizzazione: analisi organizzativa, pianificazione delle tecnologie, formazione/addestramento del personale, ecc.

Browser
programma che consente di visualizzare le innumerevoli risorse di informazioni, comunicazioni e software disponibili nell’immenso spazio di Internet.

Bug (pulce).
Nome convenzionale di un errore contenuto in un programma software. L’operazione tendente alla sua rimozione viene definita debug.

Bus dei dati
quella parte di scheda madre che realizza il collegamento trasmettendo i dati.

Byte
sequenza di otto bit, che rappresenta, per i personal computers con microprocessore a 8 bit, l’entità massima che può essere elaborata con una singola istruzione. Il byte sta al bit come una parola sta a una lettera.

C

CAD (Computer Aided Design),
progettazione assistita da computer. Sistema che, partendo da dati di input (caratteristiche del pezzo, misure, tolleranze, ecc.), genera un disegno industriale su un plotter o sul video di un terminale grafico.

CADAM (Computer Aided Design Manufacturing),
progettazione e produzione assistite da calcolatore. Sistema che unifica le funzionalità CAD e CAM.

CAM (Computer Aided Manufacturing),
produzione assistita da computer. Sistemi che generano un programma di lavoro per numerose fasi del processo produttivo (controllo numerico delle macchine, automazione dei cicli di lavorazione, controllo di qualità, imballaggio, immagazzinaggio).

Canale
via di collegamento attraverso la quale si instaura una comunicazione fra due terminali o altre unità. Può essere unidirezionale o bidirezionale.

Capacità di memoria
numero massimo di posizioni nella memoria di un calcolatore.

Cavo a fibre ottiche
Speciale cavo che consente la trasmissione di segnali sotto forma di luce visibile o infrarossa, generalmente prodotta da un raggio laser. I cavi a fibre ottiche sono molto più efficienti di quelli elettrici, in quanto un singolo cavo può trasmettere centinaia di segnali contemporaneamente e inoltre non è soggetto a disturbi di origine elettromagnetica.

CD ROM
supporto dati a lettura tramite raggio laser.

CED (Centro Elaborazione Dati).
Unità operativa autonoma che fornisce servizi informatici all’intera organizzazione di cui fa parte. Il termine indica l’insieme delle apparecchiature utilizzate, del personale addetto e degli spazi fisici allo scopo riservati.

Check list (lista di controllo).
Riporta in modo sintetico le operazioni di testing da effettuare su un determinato prodotto software.

Check point (punto di controllo).
Punto previsto nell’elaborazione nel quale i dati vengono memorizzati per avere una situazione certa di riferimento, in caso di necessità di ripristino.

Chek sum
permette di rilevare eventuali errori che possono avvenire durante la trasmissione dei dati.

Chip
uno dei modi per definire un circuito integrato: sottile piastrina di silicio sulla quale i componenti elettronici vengono depositati nella forma di circuiti integrati.

Circuito integrato

(vedere anche IC) particolare tipo di circuito in cui tutti i dispositivi elementari (transistori, diodi, ecc.) sono depositati chimicamente su una piastrina di silicio detta chip.

Client
Nodo di una rete locale di computer (LAN) che può ricevere, inviare e processare dati. Generalmente si indica un personal computer collegato ad una LAN.

COBOL (Common Business Oriented Language).
Nato alla fine degli anni 50, è uno dei linguaggi più diffusi per applicazioni gestionali.

Computer
apparecchiatura elettronica in grado di eseguire operazioni prestabilite, seguendo le istruzioni di un programma. La definizione più completa dovrebbe essere: calcolatore (perché esegue calcoli), elettronico (perché utilizza tecnologie elettroniche), automatico (perché il funzionamento è determinato da un programma), digitale (perché tratta informazioni numeriche). La definizione più propria è però elaboratore, in quanto il computer non si limita a fare calcoli. È fondamentalmente costituito da: apparecchiature di input/output, CPU (unità centrale di processo), memoria. Possono essere analogici o digitali. In funzione delle dimensioni e della potenza elaborativa vengono suddivisi in: mainframes, supermini, mini, micro, personal computers, home/hobby computers. Tendenzialmente si va verso l’abbandono dell’uso di grandi macchine a favore di reti di personal tra loro collegati.

Computer crime
crimine con computer. Generica espressione con la quale si indica un’azione illegale compiuta con l’ausilio di un computer: accesso illecito ad una banca dati, trasferimento fraudolento di fondi, uso non autorizzato di tempo macchina, ecc.

Computer di processo
Computer specializzato che ha la funzione di controllare lo svolgimento di un processo di qualsiasi natura, seguendo programmi prestabiliti. Per tale motivo il computer di processo lavora in tempo reale, on line, cioè direttamente collegato agli organi controllati. Sono computer di processo, tra i più semplici, i temporizzatori programmabili che stabiliscono i programmi di lavaggio nelle macchine lavatrici. Computer ben più potenti e sofisticati controllano processi industriali come ad esempio la regolazione automatica del funzionamento della produzione negli impianti chimici e nucleari. Sono inoltre particolari computer di processo quelli utilizzati nelle macchine utensili a controllo numerico o nelle macchine per elettroerosione. Una interessante applicazione del computer nel campo dell’automazione industriale è il robot.

Console
quadro di comando. Interfaccia fra macchina e operatore. Parte di un computer, di un sistema di telecomunicazione o di altra apparecchiatura elettronica, utilizzata per: governare manualmente la macchina, verificare lo stato di funzionamento delle varie parti, correggere errori, introdurre istruzioni.

Controller
è il circuito che controlla il trasferimento dei dati fra unità periferiche di memoria di massa (floppy e hard disk, lettori di CD-ROM) e il computer.

Convertitore
dispositivo che trasferisce informazioni da un supporto ad un altro (ad esempio da scheda a nastro) oppure modifica la forma di rappresentazione di un dato (ad esempio da binario a decimale) oppure consente il passaggio da un metodo di elaborazione ad un altro.

Coprocessore
CPU aggiuntiva dedicata al calcolo matematico, tale da velocizzare notevolmente le capacità del computer, soprattutto per i fogli elettronici.

CPU (Central Processing Unit).
La parte che governa l’interpretazione e l’esecuzione delle istruzioni.

Crash (crollo).
Termine indicante un guasto improvviso e totale del sistema.

CRT (Catode Ray Tube)
il tubo a raggi catodici facente parte del monitor (o del televisore), sul quale il calcolatore visualizza i dati o i risultati dell’elaborazione.

Cursore
solitamente rappresentato da un segno lampeggiante o dalla freccia del mouse che indica, sullo schermo, dove sarà visualizzato il successivo carattere battuto sulla tastiera.

D

Data base
banca dati unica e complessa a disposizione di tutti gli utenti di un sistema.

Data entry
introduzione dei dati di un sistema, al fine di creare o di aggiornare degli archivi.

Data file
archivio di dati omogenei, normalmente residente su una memoria di massa.

Data flow
flusso di dati. Successione ordinata di dati in rapporto ai passi di elaborazione di una procedura.
Debug
cercare eventuali errori presenti nel programma.

Default
impostazione predefinita che dovrebbe risultare accettabile per la maggior parte degli utenti.

Degauss
operazione di smagnetizzazione o cancellazione di un nastro magnetico.
Digitale
dicesi di procedimenti o dispositivi che agiscono su valori numerici o comunque attraverso la manipolazione di numeri (eventualmente binari). Il termine è usato in contrapposizione ad analogico che descrive procedimenti o dispositivi che operano attraverso variabili fisiche.

Directory
indice dei file contenuti in una unità di memoria di massa.

Disco
dispositivo di materiale flessibile (floppy disk) oppure rigido (hard disk) utilizzato per memorizzare informazioni. Normalmente viene utilizzato come supporto per la memoria ausiliaria di un computer. L’apparecchiatura che lo ospita e ne governa il funzionamento è il disk drive o unità disco.

Display
denominazione inglese dell’unità di visualizzazione, generalmente un monitor o il comune televisore.

Drive
dispositivo elettromeccanico di azionamento di un supporto magnetico. In funzione del tipo di supporto si suddividono in disk drive e tape drive.

Drop
in segnale di disturbo. Errore di registrazione/lettura in un dispositivo di memorizzazione magnetica, normalmente dovuto alla presenza di particelle estranee sulla superficie magnetica.

Drop out
perdita di informazioni dovuta essenzialmente ad un’attenuazione del segnale di registrazione.

E

EDP (Electronic Data Processing).
Trasformazione di dati di base in informazioni utili, operata dal sistema elettronico; talvolta indicato con ADP o Automatic Data Processing (elaborazione automatica dei dati) o semplicemente DP.

Elaborazione

attività finalizzata alla manipolazione e trasformazione di informazioni attraverso operazioni numeriche, simboliche e logiche. Ha un significato più esteso del termine calcolo. È sinonimo di processing.

Emulazione

caratteristica di un programma che permette a un computer di comportarsi come se fosse un altro, emulandone in tutto e per tutto le funzionalità.

EPROM (Erasable Programmable Read Only Memory)

memoria a sola lettura
programmabile e cancellabile.

Ergonomico

si dice di un sistema progettato per garantire all’operatore un utilizzo più efficiente e più riposante della macchina.

F

Fail-safe
capacità dei computer di salvare le informazioni in caso di caduta della tensione.

Fail-soft
system sistema di elaborazione che, in caso di guasto, continua ad operare anche se con prestazioni degradate.

Fax
apparecchiature telematiche per la trasmissione di immagini grafiche attraverso cavo telefonico o via radio.

Field service
servizio di assistenza tecnica orientato alla manutenzione dei prodotti hardware/software direttamente presso l’utente.

File
insieme di dati che concorrono a formare un archivio. All’interno di un file i dati sono organizzati in gruppi omogenei chiamati record, che possono essere o meno disposti in sequenza. Sinonimo di archivio.

Finestra
si dice quando si divide lo schermo in più zone, ognuna delle quali mostra un certo tipo di informazioni.

Firmware
tutto il software disponibile all’accensione del computer, scritto nella memoria ROM dal costruttore del personal computer.

Floppy disk
disco flessibile. Supporto di mylar ricoperto da uno strato di ossido magnetico, utilizzato come memoria di massa su computer di piccole dimensioni.

Font
tipo di carattere di stampa.

Formattazione
operazione che si esegue su dischi magnetici per prepararli alla registrazione dei dati. Questa operazione può essere fatta più volte (riformattazione): in questo caso tutti i dati preesistenti sul disco vengono cancellati.

Frequenza
misura la velocità di calcolo del processore (unità Hertz).

G

G-Giga
Unità di misura equivalente ad un miliardo di elementi (bit, byte, cicli, Hertz).

Grafica
la capacità del calcolatore di trasformare ed elaborare dati numerici in disegni.

Gruppo di continuità
batteria tampone che assicura la prosecuzione di un’elaborazione anche a fronte di una caduta di tensione. La durata del tamponamento dipende dalle caratteristiche della batteria utilizzata.

H

Hacker
pirata del software. Escogita tecniche per duplicare abusivamente il software, anche se protetto. Figura particolarmente diffusa nell’area dei video-games, è detta anche breacker.

Hang-up
arresto imprevisto. Stato di blocco di un computer, dovuto ad un errore software o ad un malfunzionamento hardware, per il superamento del quale è necessaria una nuova fase di inizializzazione per l’impossibilità di introdurre comandi da tastiera.

Hard-disk
disco rigido. Supporto magnetico utilizzato come memoria di massa di un computer.

Hardware è il termine che definisce l’insieme delle parti fisiche che costituiscono il calcolatore.

Hardware compatibile
calcolatori che possono funzionare con un software originariamente concepito per altri tipi di sistemi di calcolo; in genere si riferisce all’hardware costruito da altre Società che può essere utilizzato con sistemi IBM.

Help
particolare programma progettato per aiutare un utente non specialista ad usare un sistema di elaborazione.

High resolution
alta risoluzione. Attributo di un sistema di visualizzazione (video o stampante) in grado di riprodurre immagini con elevato grado di perfezione dei dettagli.

I

IC Integrated Circuit.
Circuito integrato; componente elettronico all’interno del quale possono essere racchiuse le potenzialità di un elevatissimo numero di componenti elettronici tradizionali (transistors, resistenze, condensatori, ecc.). È la base dell’intelligenza del calcolatore.

Informatica
neologismo per indicare la scienza che, per mezzo di algoritmi, elabora i dati disponibili per ottenere le informazioni richieste. Deriva dalla contrazione dei termini “information” e “automatique”.

Input
dati che vengono introdotti nel calcolatore; l’atto di introdurre dati.

Interattivo
procedimento che prevede la partecipazione dell’utente per lo svolgimento del programma (es. i giochi).

Interfaccia
circuito elettronico che consente il collegamento diretto del calcolatore con altre apparecchiature. In pratica un raccordo nel quale due calcolatori o due parti di un calcolatore interagiscono.

Internet
attualmente è la più grande rete di computer al mondo. Sono computer molto diversi, collegati tra loro, ma per trasmettere e ricevere dati usano tutti lo stesso linguaggio. Il collegamento avviene mediante la normale rete telefonica.

Istogramma
particolare grafico utilizzato per la rappresentazione di fenomeni economici o commerciali. Concettualmente simile ad un tradizionale diagramma cartesiano.

Istruzione
l’elemento fondamentale della programmazione: definisce l’operazione che deve essere eseguita dal calcolatore o dal microprocessore.

Iterattivo
procedimento che prevede la ripetizione di una serie di operazioni, finché viene soddisfatta una predeterminata condizione.

J

Job lavoro.
Insieme di attività interdipendenti, finalizzate a una risoluzione di uno specifico problema. Di norma un programma software esegue in modo automatico un job.

Joystick
dispositivo con levetta inclinabile in varie direzioni per controllare il movimento di un cursore video. Utilizzato prevalentemente su hobby computers per giochi di movimento.

K

K: Kilo
unità di misura equivalente a mille elementi (bit, byte, cicli, Hertz).

KB: Kilobyte
unità di misura equivalente a 1024 bytes.

Keyboard
tastiera, utilizzata con dispositivo di input.

L

LAN (Local area network)
rete locale, cioè gruppo di computer collegati tra di loro per lo scambio di dati e risorse.

Lanciare
termine gergale col quale normalmente si indica l’attivazione di un programma o di una procedura.

LCD (liquid cristal display).
Schermi a cristalli liquidi; sono sottilissimi e vengono usati sui portatili.

LED (Light Emitting Diode)
diodi a emissione luminosa. Componenti semiconduttori che emettono energia se stimolati da corrente continua a basso voltaggio.

Linguaggio
rappresenta il mezzo, di facile utilizzo per l’uomo, con il quale è possibile programmare il calcolatore.

Listare
visualizzare o stampare le linee di istruzione che costituiscono un programma.

M

M: Mega
unità di misura equivalente ad un milione di elementi (bit, byte, cicli, Hertz).

Magnetic tape
nastro magnetico. Nastro di poliestere, ricoperto da sostanza magnetizzabile, utilizzata per registrare sequenze di informazioni codificate.

Mainframe
calcolatore di grandi dimensioni; opposto di minicalcolatore e microcalcolatore.

Master file
archivio contenente informazioni relativamente permanenti, suscettibili di limitati cambiamenti nel corso del tempo. Flusso contenente la registrazione di tutte le informazioni presenti in un archivio elettronico.

Memoria
dispositivo elettronico, magnetico, ottico e meccanico in cui le informazioni possono essere registrate, conservate e lette. In ogni computer vi è una memoria centrale normalmente a semiconduttori e una memoria di massa normalmente magnetica. In funzione del tipo di accesso vengono suddivise in memorie: ad accesso veloce (RAM, ROM, PROM, EPROM, EEROM), ad accesso diretto o causale (CD rom, dischi o floppy), ad accesso sequenziale (cassette magnetiche, nastri, streamer).

Memoria di massa
memoria ausiliaria esterna residente su un supporto magnetico. Le più utilizzate sono: CD rom, dischi fissi, cartridges, floppy disks, cassette magnetiche. Sinonimi: mass storage (proprio) e mass memory (improprio).

Memorizzare
l’operazione di ricovero dei dati.

Menu
lista delle opzioni operative visualizzate da un programma sullo schermo di una stazione di lavoro.

Microcomputer
generalmente adottato come sinonimo di personal computer, il termine indica la categoria di piccoli elaboratori la cui architettura è fondata su un microprocessore. Vengono utilizzati anche come terminali intelligenti o come elaboratori frontali per interfacciare reti di computer.

Microprocessore
il circuito integrato, ad elevatissima scala di integrazione, elemento principale di tutti i personal computers.

Modem (modulatore/demodulatore).
Dispositivo avente la funzione di gestire le trasmissioni di dati sulle linee telefoniche. Converte i segnali da digitali in analogico e viceversa. Trasforma i segnali digitali del computer in un segnale acustico (una serie di fischi e di sibili) adatto ad essere trasmesso sulla linea telefonica e che provvede poi all’operazione contraria per rendere questi suoni interpretabili del computer. Sinonimo: data set.

Monitor
uno dei modi di chiamare l’unità di visualizzazione; Monitor è anche il nome del programma che realizza le funzioni fondamentali del calcolatore.

Mouse (topo).
Dispositivo meccanico collegato ad un video attraverso un cavo. Fatto scorrere sul piano di un tavolo, comanda lo spostamento del cursore sullo schermo. Sostituisce i tasti funzione di governo del cursore.

Multimediale
definizione di computer accessoriato con schede audio/video/modem che ne consentono un uso in più funzioni.

Multitasking
sistemi operativi in grado di far girare sul computer più programmi contemporaneamente (es. Windows 95).

N

N: Nano
prefisso equivalente a un miliardesimo. Un Nsec è un miliardesimo di secondo.

Network (rete).
Struttura costituita da stazioni (nodi) e da linee di collegamento. I nodi possono essere costituiti da apparecchiature di telecomunicazioni (centrali, ecc.) o da apparecchiature informatiche (computers, terminali). Nel primo caso si parla di rete di telecomunicazioni, nel secondo di rete computer. Normalmente i programmi risiedono su un unico computer (SERVER) e tutti gli altri leggono su di esso.

O

Off-line (fuori linea).
Elaborazione eseguita da apparati che non sono sotto il controllo dell’unità centrale. Si contrappone a on-line.

On line (in linea).
Elaborazione eseguita da apparati che sono sotto il controllo dell’unità centrale. Si contrappone a off-line.

Output
tutte le informazioni che vengono inviate dall’elaboratore verso l’esterno.

P

PAC – Programmazione Automatica su Calcolatore.
Tecnica che consente di descrivere la lavorazione di un pezzo mediante opportuni linguaggi e di ottenere un nastro perforato per la macchina a controllo numerico.

Package
insieme di programmi aventi un legame logico comune, destinato alla risoluzione di un particolare problema (gestionale, grafico, scientifico, manageriale, ecc.).

Password (parola d’ordine)
serie di caratteri utilizzati da un sistema operativo o da un programma per consentire l’accesso a un utente autorizzato.

Periferica
unità (per esempio un monitor o una stampante) usata per memorizzare i dati, introdurli o prelevarli dal calcolatore.

Personal computer
elaboratore di piccole dimensioni, normalmente costituito da unico video-tastiera e da una memoria di massa.

Pixel
unità di misura di risoluzione del video.

Plotter
unità periferica di output in grado di eseguire disegni complessi e di alta qualità, tramite un pennino scorrevole pilotato dal computer.

Plug and play
standard internazionale per le schede di espansione, secondo il quale basta montare la scheda perché il computer ne consenta subito l’utilizzo senza dover settare parametri di alcun tipo (lett.: “inserisci e gioca”).

Power supply
Alimentatore, trasforma la corrente alternata di rete in corrente continua.

Printer
vedi stampante.

Procedura
serie di operazioni eseguite secondo una sequenza ordinata per raggiungere uno scopo prestabilito. Una procedura può essere manuale o automatizzata. Un programma applicativo è costituito da una o più procedure automatizzate.

Processing
vedi elaborazione.

Programma
sequenza di istruzioni fornita al calcolatore per la realizzazione di qualche specifica elaborazione.
Programmazione
attività finalizzata alla produzione di programmi e procedure.

Provider
è colui che mette a disposizione degli utenti l’accesso a Internet mediante il pagamento di un canone di abbonamento.

Q

R

RAM – Random Access Memory.
Memoria di accesso casuale, è la parte di memoria del calcolatore dove risiedono i programmi o i dati dell’utente. La RAM può essere modificata a piacimento e mantiene i dati, non ancora memorizzati, solo in presenza della tensione di alimentazione.

Real time – tempo reale.
Metodo di elaborazione che consente di avere risposte in tempi sufficientemente brevi. L’elaborazione è contemporanea allo svolgimento dell’evento. Si contrappone al metodo di elaborazione batch.

Record
gruppo di campi di dati collegati fra loro e considerati come una unità di programma.

Recovery
ricupero. Procedura che consente, in caso di interruzione di un programma per una qualsiasi anomalia, di ritornare nella condizione precedente all’anomalia stessa.

Refresh rate (velocità di refresh)
velocità alla quale uno schermo ridisegna (ravviva) la propria immagine sulla base di nuove informazioni.

Reset – annullamento.

Far ritornare una condizione al valore o stato iniziale; sinonimo di restore.

Return
è il comando che impone al calcolatore l’accettazione delle istruzioni o degli input che lo precedono.

Risoluzione
è una caratteristica della stampante e si misura in dot per inch (dpi) cioè numero di punti per pollice. Più alto è il numero di dpi più la risoluzione sarà fine ed il carattere netto.

Robot
manipolatore multifunzionale e riprogrammabile, progettato per muovere materiali, parti, utensili o dispositivi specifici secondo percorsi variabili e programmabili, onde eseguire una varietà di operazioni.

ROM – Read Only Memory.
Memoria di sola lettura, dopo la programmazione assume questa denominazione, può essere consultata, ma non modificata.

S

Scanner
dispositivo di scansione che esamina una struttura in tutte le sue componenti e genera segnali analogici o digitali. Viene utilizzato per leggere disegni, fotografie e simili da introdurre in un elaboratore sottoforma di dati codificati.

Scheda di espansione
circuiti integrati aggiuntivi, collegabili alla scheda madre per ottenere nuove funzioni (es. schede audio, video, fax-modem, porte giochi, ecc.).

Scheda Madre (Mother Board)
circuito integrato su cui sono implementati e/o collegati tutti i componenti del computer (CPU, dischi, schede, ecc.).

Scroll
è l’operazione che il calcolatore compie dopo aver riempito una pagina video per
poter visualizzare un’altra linea di dati.

Server
componente software o hardware, disponibile per i clienti, che funge da sorgente centralizzata di raccolta di informazioni o di elaborazioni di risorse.

Sistema 
alcolatore e tutte le parti che lo compongono.

Sistema operativo (operating system)
serie di programmi che controllano ed organizzano le attività di un elaboratore. È normalmente fornito dal produttore dell’elaboratore.

Slot di espansione
connettori presenti sulla scheda madre nei quali vanno inserite le schede di espansione (vedi) opzionali.

Software
termine generale per indicare i programmi del calcolatore, regole di procedura e talvolta la documentazione usata dal calcolatore nelle operazioni.

Software di base
corredo software necessario ad attivare il sistema operativo e tutti quei programmi necessari all’amministrazione e alla gestione del sistema. La dizione è usata in contrapposizione a software applicativo, che designa il software orientato alla soluzione di uno specifico problema.

Stampante (printer)
apparecchio utilizzato per la stampa su carta di dati provenienti dall’elaboratore. Può essere a getto di inchiostro, a laser o ad aghi. La stampante laser ha un funzionamento analogo a quello delle fotocopiatrici. Un fascio di raggi laser genera un campo elettrico in modo che, attraverso una serie di complicati passaggi, la polvere d’inchiostro (toner) crea l’immagine richiesta. Tale sistema permette di avere un basso costo per pagina. La stampante a getto d’inchiostro lavora con microscopiche gocce di inchiostro che vengono proiettate sulla carta da appositi cannoncini. Il sistema permette la stampa a colori.

Storage
vedi Memoria.

Subroutine
parte di un programma che viene richiamato più volte durante l’esecuzione
di un programma.

Supporti dati
Nastri e dischi magnetici, CD rom, floppy disk, dischi fissi o altri simili mezzi utilizzati per la memorizzazione di informazioni.

T

Tape (nastro).
Supporto per la memorizzazione delle informazioni. Si suddividono in nastri magnetici e nastri carta.

Tastiera
vedi Keyboard.

Telex
apparecchiatura telescrivente dotata di lettore/perforatore di banda, utilizzata per la ricetrasmissione di messaggi scritti a lunghezza teoricamente illimitata. La comunicazione avviene su linea telex, incompatibile con la linea telefonica.

Tempo di esecuzione
tempo che passa tra l’inizio di un lavoro e il suo completamento da parte del calcolatore; in inglese: Turnaround-Time.

Terminale
unità periferica attraverso cui le informazioni sono introdotte o prelevate dal calcolatore.

Testing
collaudo. Insieme di attività volte alla verifica di adeguatezza di un prodotto hardware/software.

Toner
polvere d’inchiostro utilizzata mediante cartucce nelle stampanti.

U

Unità centrale
sinonimo di CPU.

Unità periferica
apparecchiatura collegata ad una CPU e operante sotto il suo controllo. In funzione dell’attività svolta viene definita: terminale, unità di input, unità di output, memoria di massa, dispositivo di comunicazione, ecc.

V

Video
uno dei nomi usati per definire l’unità di visualizzazione.

Visual Basic
Visual Beginners All Simbolyc Instruction Code. Linguaggio di programma per personal computers.

W

Word processor
sistema di elaborazione dedicato al trattamento di testi. Consente operazioni sofisticate tipo: correzione, tabulazione, archiviazione, cambio caratteri/formato, stampe multiple, miscelazione testi, ecc. La funzione di word processing può essere svolta anche da normali computer, con apposito software.

WWW (World Wide Web) ragnatela.
È l’insieme dei siti multimediali di Internet.

X

Y

Z